[ITA] HIRONDELLE, UNA RONDINE MOLTO LONGEVA.

Saint-Étienne era noto come centro di produzione di spade e coltelli a partire sin dal periodo medievale, la sua importanza come centro strategico di produzione bellica crebbe sino al 1764, anno in cui venne fondata la Manifattura d’Armes de Saint-Étienne.

Hirondelle Retrodirect - foto (1)

foto 1

L’azienda (foto 1) espresse da subito grandi capacità produttive tant’è circa 12.000 armi venivano prodotte annualmente dall’anno della rivoluzione francese nel 1789 a tal proposito in quel periodo la città venne ribattezzata Armsville.

La produzione di armi sia per scopo bellico sia per uso venatorio crebbe di anno in anno sino ad arrivare verso la fine del 19° sec. periodo in cui, grazie all’installazione di nuove linee di produzione, si introducono anche due produzioni: attrezzature per la pesca e velocipedi.

Lo stile della Manifacture D’arms et Cycle si fa immediatamente riconoscere infatti nel 1889 presentano la Hirondelle Superbe (foto 2) caratterizzata da un telaio ricurvo con monotrave a sezione ovoidale.

Hirondelle Retrodirect - foto (2)

foto 2

A dire la verità una forma di telaio molto simile alla Hirondelle Superbe venne introdotta dall’americana Rambler un anno prima nel 1888 (foto 3), il modello presentato oltre oceano era migliore da un punto di vista telaistico in quanto aveva la forcella con il canotto alloggiato all’interno del telaio mentre lo sterzo della Superbe era fornito di un pivot.

Hirondelle Retrodirect - foto (3)

foto 3

L’architettura stessa dello sterzo progettata per la Superbe si trasformava nel punto debole di tutta la bicicletta essendo soggetta a rotture dovute al peso eccessivo che gravava sul pivot, tuttavia oggigiorno, nonostante la rarità del mezzo in questione, si conoscono molti più modelli di Superbe rispetto al modello della americana Rambler.

Successivamente allo studio delle varie forme del Telaio la Hirondelle optò per una forma comune di telaio, come si può notare da un raro modello Hironelle mezza corsa (foto 4) della fine del 19° secolo, questo esempio è caratterizzato dalla forma classica del tempo ovvero un telaio fornito di tubo superiore inclinato verso la ruota posteriore riconosciuto tra gli appassionati con il nome di telaio inclinato.

Hirondelle Retrodirect - foto (4)

foto 4

Nel corso degli anni il mondo della produzione di velocipedi evolve, soprattutto in Francia, andando ad inserire nelle produzioni dei grandi marchi come Terrot e Manifacture D’Arms et Cycle il cambio retrodirect (foto 5).

Hirondelle Retrodirect - foto (5)

foto 5

La bicicletta Retrodirect ha costituito sin dagli anni ’20 del 20° sec. il modello di maggior successo della casa di Saint Hetienne, il funzionamento del cambio è molto semplice.

La catena del cambio retro direct, grazie ad un rocchetto posto nella parte bassa del carro posteriore, va a toccare entrambe le corone dentate montate sul mozzo posteriore.

Per capire il funzionamento del cambio dei velocità bisogna seguire con gli occhi il movimento della catena.

Hirondelle Retrodirect - foto (6)

foto 6

Infatti, come si può dedurre dal movimento della catena (foto 6), la velocità maggiore si raggiunge pedalando in senso orario mentre la velocità ridotta si aziona andando a pedalare in senso anti-orario, così facendo la corona dentata più piccola fa passare la catena guidandola al rocchetto posto sul telaio il quale a sua volta la guida verso il rapporto più grande sul mozzo posteriore andando ad azionare il rapporto ridotto.

La bicicletta è fornita di: parafanghi in legno, manubrio elastico dotato di quattro tondini di acciaio (foto 7) e di una coppia di freni sportivi brevettati dotati, ciascuno, di elementi metallici alla quale si agganciano i pattini (foto 8 e foto 9).

Hirondelle Retrodirect - foto (7)

foto 7

Hirondelle Retrodirect - foto (8)

foto 8

Hirondelle Retrodirect - foto (9)

foto 9

Hirondelle Retrodirect - foto (10)

foto 10

Tale modello (foto 10) è rimasto a catalogo per svariati anni anche nel periodo post bellico e numerose sono state le versioni e gli aggiornamenti, infatti negli anni ’30 la casa brevettò anche un deragliatore (foto 11) posto alla guarnitura anteriore che era stata dotata di doppio rapporto; tale accorgimento permise raggiungere il numero di quattro rapporti.

Hirondelle Retrodirect - foto (11)

foto 11

Poche sono le case costruttrici di biciclette che possono annoverare un esempio di continuità di un modello ma la Hirondelle Retrodirect è assolutamente una di queste.

 

[ENG] HIRONDELLE, A VERY LONG-LIVED SWALLOW.

Saint-Étienne was known as a center of production of swords and knives since the medieval era, its importance as a strategic center of war production grew until 1764, when the Manufacture d’Armes de Saint-Étienne was founded.

The company immediately expressed large production capacities, so much so that about 12,000 weapons were produced annually since the year of the French Revolution in 1789, in this regard, at that time the city was renamed Armsville.

The production of weapons for both war and hunting purposes increasing yearly until reaching the end of the 19th century; in this period, thanks to the installation of new production lines, two productions are also introduced: fishing equipment and cycles.

The style of the Manifacture D’arms et Cycle was immediately recognizable in fact in 1889 they presented the Hirondelle Superbe characterized by a curved frame supplied with a single curved featured by an ovoid-section.

To tell the truth, a frame shape very similar to the Hirondelle Superbe was introduced by the American Rambler a year earlier in 1888, the model presented overseas was better from a frame point of view as it had the fork with the tube stearing housed inside of the frame while the Superbe’s steering was provided with a pivot.

The architecture of the steering designed for the Superbe was transformed into the weak point of the whole bicycle as it was subject to breakage due to the excessive over-weight that weighed on the pivot, however today, despite the rarity of the vehicle in question, many more Superbe models are known compared to the model of the American Rambler.

After studying the various shapes of the frame, Hirondelle opted for a common frame shape, as can be seen from a rare Hironelle path-race model from the end of the 19th century, this example is characterized by the classic shape of the time which was a frame equipped with an upper tube inclined towards the rear wheel recognized among enthusiasts with the name of inclined frame.

Over the years, the world of cycles production evolves, especially in France, by including the retrodirect system in the productions of major brands such as Terrot and Manifacture D’Arms et Cycle.

The Retrodirect bicycle has constituted since the 20s of the 20th century the most successful model of the Saint Hetienne house, the operation of the retrodirect is very simple.

The retrodirect chain, thanks to a sprocket placed in the lower part of the rear stay, touches both the sprockets mounted on the rear hub.

To understand how the speed change works, you have to follow the movement of the chain with your eyes.

In fact, as can be deduced from the movement of the chain, the higher speed is reached by pedaling clockwise while the reduced speed is activated by pedaling in an anti-clockwise direction, in this way the smaller sprocket makes the chain pass by guiding it to the spool placed on the frame which in turn guides it towards the higher speed on the rear hub, activating the reduced speed.

The bicycle is equipped with: wooden mudguards, elastic handlebar with four steel rods and a pair of patented sports brakes each equipped with metal elements to which the skates  are dircetly connected.

This model remained in the catalog for several years even in the post-war period and there were numerous versions and updates, in fact in the 1930s the house also patented a derailleur placed on the front crankset which had been equipped with a double plates; this arrangement made it possible to reach the number of four speeds.

There are few bicycle manufacturers that can count an example of continuity of a model but the Hirondelle Retrodirect is absolutely one of them.

Galleria fotografica